NEWSLETTER

×

Ateneo Veneto è cultura in movimento

Iscriviti alla nostra newsletter:

Acconsento all'uso dei miei dati personali in accordo con il decreto legislativo 196/03

Registrazione avvenuta con successo!

// jQuery wp_enqueue_script( 'script-jquery-2', plugins_url() . '/custom-ateneo-menu/views/plugins/jquery/jquery.min.js'); // jQuery UI wp_enqueue_script( 'script-jquery-ui-2',"https://code.jquery.com/ui/1.12.1/jquery-ui.js"); // Validate wp_enqueue_script( 'script-validate-2',"https://ajax.aspnetcdn.com/ajax/jquery.validate/1.11.1/jquery.validate.min.js"); // JS wp_enqueue_script( 'script-anagrafica-newsletter-2', plugins_url() . '/custom-ateneo-menu/js/anagrafica/anagrafica-newsletter.js?version=' .uniqid()); wp_localize_script( 'script-anagrafica-newsletter-2', 'ajax', array( 'richiestePost' => admin_url( 'richieste_post.php' ) ) ); ?>

Sulle rotte della Malvasia con degustazione

Venerdì 25 Maggio 2018 (Aula Tommaseo, ore 17.30) ci metteremo a seguire le rotte delle Malvasie assieme ad Angelo Costacurta e Sergio Tazzer, autori di un libro edito da Kellermann che narra proprio la storia e i viaggi legati a questo vino prezioso.
E’ una storia che parte dalla caduta dell’Impero Romano d’Oriente, quando a Venezia tocca il porto fortificato di Monemvasia, ovvero Malvasia, i cui vigneti danno da sempre vino eccellente. Dopo aver acquisito ai suoi possessi anche l’isola di Creta, Venezia vi piantò le barbatelle Malvasia, e con  quel vino ambrato, amabile, profumato mise in piedi un fiorente e ricco commercio. 
Il libro “Sulle rotte della Malvasia” esamina proprio la diffusione del vitigno e del nome Malvasia: dalla Grecia all’Italia, Slovenia, Croazia, Spagna e Portogallo.
Quali sono le Malvasie effettivamente discendenti da quella diffuse da Venezia? Sono  geneticamente vicine a quelle presenti oggi a Monemvasia?
Difficile rispondere, nonostante le infinite analisi ampelografiche, chimiche e molecolari, sviluppatesi in parallelo a ricerche storiche.

A conclusione della serata, degustazione di vini Malvasia in collaborazione con l’Associazione italiana Sommelier Veneto.

Altri articoli

DUE GIORNI DEDICATI ALLA GIUSTIZIA 25 e 26 febbraio all’Ateneo Veneto

PREMIO “MARINO GRIMANI” per il RESTAURO Regolamento del concorso

FESTA DELLA REPUBBLICA

Marco Zatterin racconta Belzoni e il mistero di Chefren

Gherardo Colombo ha inaugurato il 210° Anno Accademico

L’ARTE DEL VIOLINO A VENEZIA NEL SETTECENTO – TARTINI E VIVALDI

×

Ateneo Veneto è cultura in movimento

Iscriviti alla nostra newsletter:

Acconsento all'uso dei miei dati personali in accordo con il decreto legislativo 196/03

Registrazione avvenuta con successo!

NEWSLETTER

ATENEO VENETO ONLUS

IBAN
IT36J0306909606100000010138

BIC
BCITITMM

CODICE UNIVOCO
KRRH6B9

Campo San Fantin, 1897
30124 Venezia

info@ateneoveneto.org
TEL: +39 041 5224459

C.F. 80010450270
P.IVA 03885730279

Orario Segreteria:
da lunedì a giovedì
9:30/12:30 - 13:30/16:00

Orario Biblioteca:
Solo su prenotazione inviando una mail a biblioteca@ateneoveneto.org oppure telefonando al numero
041 5224459

lunedì e venerdì
9:45/14:00

mercoledì
9:45/15:15

Seguici

  • Facebook
  • Instagram
  • Twitter
  • Youtube

Contatti

© 2023 Ateneo Veneto | Informativa Privacy | SM Servicematica