NEWSLETTER

×

Ateneo Veneto è cultura in movimento

Iscriviti alla nostra newsletter:

Acconsento all'uso dei miei dati personali in accordo con il decreto legislativo 196/03

Registrazione avvenuta con successo!

// jQuery wp_enqueue_script( 'script-jquery-2', plugins_url() . '/custom-ateneo-menu/views/plugins/jquery/jquery.min.js'); // jQuery UI wp_enqueue_script( 'script-jquery-ui-2',"https://code.jquery.com/ui/1.12.1/jquery-ui.js"); // Validate wp_enqueue_script( 'script-validate-2',"https://ajax.aspnetcdn.com/ajax/jquery.validate/1.11.1/jquery.validate.min.js"); // JS wp_enqueue_script( 'script-anagrafica-newsletter-2', plugins_url() . '/custom-ateneo-menu/js/anagrafica/anagrafica-newsletter.js?version=' .uniqid()); wp_localize_script( 'script-anagrafica-newsletter-2', 'ajax', array( 'richiestePost' => admin_url( 'richieste_post.php' ) ) ); ?>

Sulle rotte della Malvasia con degustazione

Venerdì 25 Maggio 2018 (Aula Tommaseo, ore 17.30) ci metteremo a seguire le rotte delle Malvasie assieme ad Angelo Costacurta e Sergio Tazzer, autori di un libro edito da Kellermann che narra proprio la storia e i viaggi legati a questo vino prezioso.
E’ una storia che parte dalla caduta dell’Impero Romano d’Oriente, quando a Venezia tocca il porto fortificato di Monemvasia, ovvero Malvasia, i cui vigneti danno da sempre vino eccellente. Dopo aver acquisito ai suoi possessi anche l’isola di Creta, Venezia vi piantò le barbatelle Malvasia, e con  quel vino ambrato, amabile, profumato mise in piedi un fiorente e ricco commercio. 
Il libro “Sulle rotte della Malvasia” esamina proprio la diffusione del vitigno e del nome Malvasia: dalla Grecia all’Italia, Slovenia, Croazia, Spagna e Portogallo.
Quali sono le Malvasie effettivamente discendenti da quella diffuse da Venezia? Sono  geneticamente vicine a quelle presenti oggi a Monemvasia?
Difficile rispondere, nonostante le infinite analisi ampelografiche, chimiche e molecolari, sviluppatesi in parallelo a ricerche storiche.

A conclusione della serata, degustazione di vini Malvasia in collaborazione con l’Associazione italiana Sommelier Veneto.

Altri articoli

SCURATI RACCONTA LA VITA DI GINZBURG

L’invenzione dei soldi. Quando la finanza parlava italiano Marzo Magno all’Ateneo Veneto

OCEAN – LETIZIA MICHIELON AL PIANOFORTE

L’età della bellezza…si cresce – Il nuovo libro di Maria Luisa Semi

L’ATENEO VENETO RACCONTA Personaggi, storie, professioni

XXII Giornata FAI di Primavera

×

Ateneo Veneto è cultura in movimento

Iscriviti alla nostra newsletter:

Acconsento all'uso dei miei dati personali in accordo con il decreto legislativo 196/03

Registrazione avvenuta con successo!

NEWSLETTER