NEWSLETTER

×

Ateneo Veneto è cultura in movimento

Iscriviti alla nostra newsletter:

Acconsento all'uso dei miei dati personali in accordo con il decreto legislativo 196/03

Registrazione avvenuta con successo!

Una idea per il futuro

“UNA IDEA PER IL FUTURO” – PREMIAZIONI I EDIZIONE

Dalla App per visitare Venezia con l’Intelligenza Artificiale al gioco dell’oca per scoprire la Schio medioevale, fino alla creazione di spazi per creare ed esporre arte a Venezia o in altre realtà del territorio veneto o un servizio di scambio libri tra i ragazzi del carcere minorile di Treviso e il liceo classico Foscarini di Venezia.

Sono solo alcuni dei progetti vincitori della prima edizione del Premio “UNA IDEA PER IL FUTURO”, lanciato dall’Ateneo Veneto con il supporto di Banca Intesa Sanpaolo.

Il premio, finalizzato alla promozione del talento ideativo e progettuale degli studenti veneti appartenenti alle scuole di ogni ordine e grado, ha avuto la sua fase conclusiva con la cerimonia di premiazione che si è tenuta per tre mattinate di seguito – mercoledì 29, giovedì 30 e venerdì 31 maggio 2024 – all’Ateneo Veneto, a Venezia. 

Il Premio “UNA IDEA PER IL FUTURO”, ideato dalla socia dell’Ateneo Veneto Giovanna Pastega, giornalista e scrittrice, era stato bandito dalla Presidenza dell’Ateneo Veneto nel novembre 2023 ed era rivolto agli studenti veneti di ogni ordine e grado scolastico, università comprese, che avessero proposto progetti inediti per il futuro delle loro realtà territoriali in ambito sociale, economico, scientifico, etico, civile, ambientale, artistico e culturale.

La risposta è andata ben oltre le più rosee aspettative: sono decine le scuole del Veneto che hanno voluto partecipare al bando, che prevedeva premi in denaro messi a disposizione dall’Ateneo Veneto grazie al sostegno economico di Banca Intesa Sanpaolo.

Alla Giuria è toccato il difficile compito di stabilire, tra i tanti progetti pervenuti, quelli vincitori, selezionati in base alla loro originalità e alle ricadute positive sul territorio veneto, tenendo soprattutto conto del tema generale della prima edizione del Premio (ovvero “Un futuro possibile per tutti”), del livello di realizzabilità del progetto e del piano economico dettagliato, visto che uno dei principali requisiti richiesti era quello di definire la proposta in ogni aspetto operativo/esecutivo (gestione dei costi compresa), come se gli studenti facessero parte di un vero e proprio team di progettazione.

Alla cerimonia di premiazione all’Ateneo Veneto sono stati invitati tutti gli studenti autori dei progetti vincitori, assieme ai loro insegnanti: a loro è stata consegnata – oltre al premio in denaro – una medaglia ricordo del Premio e un attestato.

Ora tutti i progetti premiati e menzionati verranno pubblicati in un volume a stampa a distribuzione nazionale e saranno segnalati alle istituzioni territoriali di riferimento  per la loro realizzazione.
I progetti vincitori saranno anche inviati ai referenti di Banca Intesa Sanpaolo, perchè ne venga eventualmente individuato uno da poter essere realizzato integralmente.

Per questa prima edizione del Premio “UNA IDEA PER IL FUTURO” la Giuria ha stabilito anche di assegnare una menzione speciale (attestato + pubblicazione del progetto).

La GIURIA del Premio “UNA IDEA PER IL FUTURO” 2024 era composta da: Antonella Magaraggia, magistrato, presidente dell’Ateneo Veneto; Filippo Maria Carinci, docente di archeologia, vicepresidente dell’Ateneo Veneto; Giovanna Pastega giornalista, socia dell’Ateneo Veneto e ideatrice del Premio; Paola Marini, storica dell’arte, delegata agli Affari Speciali dell’Ateneo Veneto; Maura Manzelle, architetto, socia dell’Ateneo Veneto; Carlo Giupponi, docente di economia ambientale, socio dell’Ateneo Veneto; Stefano Bonetti, docente di Fisica della Materia.

——————————————————————————— 

Ecco l’elenco dei premi e i progetti nel dettaglio:

PREMIO SPECIALE PER STUDENTI UNIVERSITARI
PREMIO UNICO (= €1.000) al progetto “MEETiamoci in mostra”
Autrici del progetto Pamela Bosazzi (Trieste) e Giulia Mauro (Trieste), studentesse dell’Università Ca’ Foscari di Venezia
Finalità del progetto: “MEETiamoci in mostra” è un progetto nato dall’idea di fornire a chiunque lo desideri gli spazi e i mezzi necessari per poter esprimere ed esporre la comune passione per il mondo delle arti. Per questo nasce l’Associazione, senza scopo di lucro, RisorgiMENTE, un luogo di raccolta e condivisione per l’interesse artistico, un angolo di rifugio e ispirazione per tutti gli amanti dell’arte.
Territorio di ricaduta: Venezia e aree limitrofe. Tuttavia è un progetto adattabile anche a diversi luoghi che si dovessero riscontrare in linea con le esigenze all’interno del territorio Veneto.

 

PREMI SCUOLE SUPERIORI:
1° PREMIO (= €600) al progetto “Ragazzi tra le righe”
Classi 2BO e 2AO – Liceo Classico Ordinamentale “Marco Foscarini”, Venezia
Studenti: Massimo Pisnyy, Mattia Patron Zennaro, Aldo Voltolina, Eduardo Guido Padula
Finalità del progetto: fornire una sezione poetica e diversi romanzi all’Istituto Penale per i Minorenni maschile di Treviso, e istituire uno scambio di libri tra tale Istituto e il Liceo Classico “Marco Foscarini”, al fine di migliorare la riabilitazione dei ragazzi ospitati.
Docente: Giampiero Chivilò
Territorio di ricaduta: Veneto

2° PREMIO (= €500) al progetto “Vandalismo o arte? Ripuliamo la città di legalità”
Classe 1^ indirizzo informatica e telecomunicazioni – ITT “Negrelli-Forcellini”, Feltre (BL)
Finalità del progetto: recuperare fragilità didattiche attraverso la sensibilizzazione degli studenti sull’importanza della legalità e l’avvicinamento allo studio concreto del diritto, nonché accrescere in loro la consapevolezza e il senso civico e di cittadinanza attiva attraverso un approfondimento sul “campo” della differenza tra vandalismo e opera d’arte.
Docenti: Simonetta Turrin e Elisabetta D’Albore
Territorio di ricaduta: Comune di Feltre (BL)

3° PREMIO (= €400) al progetto “Venice AI Assistant. Una guida, basata su Intelligenza Artificiale, per la città di Venezia”
Classe 2F – I.I.S. “Levi-Ponti”, Mirano (VE)
Studenti: Artusi Francesco, Canato Marco, Chelli Edoardo, Masiero Riccardo, Munarin Filippo, Ziliotto Luca
Finalità del progetto: Applicazione per smartphone e tablet che permette di visitare Venezia con l’aiuto dell’Intelligenza Artificiale. L’app sarà in grado di riconoscere i luoghi d’interesse della città semplicemente inquadrandoli e di fornire descrizioni multilingua con audioguida dinamica. Le innovazioni contenute nell’app faranno sì che quest’ultima risulti più immediata e di facile utilizzo rispetto alle classiche app per il turismo. La finalità è quella di accompagnare il turista, rendendo semplice, completa e intima la sua visita al capoluogo Veneto.
Docente: Michele Frodella
Territorio di riferimento: Città di Venezia

MENZIONE SPECIALE al progetto: “Una perla delle Città Medioevali”
1^ ITAFM – 1^ LSU Educandato Statale San Benedetto, Montagnana (PD)
Studenti: Casaro Giulia, Sacconi Ilaria, Smanio Serena
Finalità del progetto: creare una cooperativa sociale, dopo uno specifico percorso di studi, per esaltare la bellezza e la storia della cittadina di Montagnana con la finalità di creare nuovi posti di lavoro e favorire l’economia circolare.
Docente: Educatrice Daniela Bombonato
Territorio di ricaduta: Montagnana (PD)

 

PREMI SCUOLE MEDIE:
1° PREMIO (= €400) al progetto: “Centro Sociale Polifunzionale”
Classi 3B, 2B, 1B dell’IC di Badia Polesine – Trecenta (Plesso di Badia) RO
Studenti: Canesella Gaia, Baxa Julienne, Benfaida Nada, Bisini Ludovico, Chegdani Amine, Dal Santo Jacopo, Delogu Alberto, Morsli Yassine, Nale Martina, Piva Leonardo, Rhannam Adam, Rizzi Diletta, Tchouameni Alex, Fratini Thiago, Marchetto Edoardo George, Tinazzo Luca, Saadoune Aya, Er Rachdaoui Imane, Malih Youssef
Finalità del progetto: Riqualificazione dell’ex polisportiva “Littorio O. Verzaro” in un Centro Sociale Polifunzionale quale spazio di integrazione tra servizi sociali territoriali offrendo spazi di aggregazione e supporto alle famiglie.
Docente: Loris Tietto
Territorio di ricaduta: Badia Polesine ed Alto Polesine

2° PREMIO (= €300) al progetto: “ViviAmo il territorio. Un gioco dell’oca nella Schio medievale”
Classi 1A, 1B, 1C, 1D, 1E Scuola Media “Arnaldo Fusinato” I.C.S. Schio 2, Schio (VI)
Finalità del progetto: ludo-didattica per la realizzazione di un gioco dell’oca dedicato alla Schio medievale, al fine di sensibilizzare gli studenti e tutti i fruitori del gioco sul tema della tutela e della salvaguardia del patrimonio storico, artistico e culturale del territorio locale, nella consapevolezza che “il futuro ha un cuore antico”.
Docenti: Andrea Zaffonato e Michela Zigiotto
Territorio di ricaduta: Comune di Schio (VI)

3° PREMIO (= €200) al progetto: “La farina di mais biancoperla”
Classe 3^ CM – Scuola MEDIA I.C. Enrico Mattei- Meolo (VE)
Studenti: Alice Bottazzi, Gabriele Costa, Tommaso Stevanato
Finalità del progetto: far conoscere una produzione tipica di Meolo e farla conoscere anche all’estero, in particolare nella Repubblica Ceca
Docente: Silvio Doretto
Territorio di ricaduta: Meolo>Europa

 

PREMI SCUOLE ELEMENTARI:
1° PREMIO (= € 300) al progetto: “La terra nelle nostre mani”
Classe 4^A, Scuola elementare “Alessandro Manzoni” di San Vito di Leguzzano – (Istituto Comprensivo statale Don Agostino Battistella di Schio)
Finalità del progetto: promuovere il senso di responsabilità nelle generazioni future, acquisire comportamenti e stili di vita adeguati a fruire dei patrimoni comuni in modo consapevole, portare migliorie nelle aree verdi del Comune: con la piantumazione di alberi e arbusti, la realizzazione di pannelli con esercizi per il benessere psico-fisico, con il restauro di un gioco nel parco cittadino, con la realizzazione di un percorso sensoriale a terra adatto anche a chi ha motricità limitata, con il coinvolgimento di altre classi e la realizzazione di giochi tradizionali all’aperto e uscite collettive di conoscenza e rispetto del territorio.
Docente: Rossana Cervellin
Altri impegnati nel progetto: Mauro Anzolin (coordinatore volontari Comunali Protezione civile); Daniele Xoccato e Gianbattista Novello Gianbattista (membri della protezione civile); Giulia Dal Zotto Giulia, Giovanna Tomiello (docenti)
Territorio di ricaduta: San Vito di Leguzzano (VI)

 

 

Altri articoli

In memoria di Giacomo Matteotti, il suo ultimo discorso alla Camera

LION OF GOD – Walton Ford all’Ateneo Veneto (17 aprile – 22 settembre 2024)

Premio “MARIA CAVALLARIN” – Pubblicato il bando per l’edizione 2024

L’ATENEO VENETO RACCONTA Personaggi, storie, professioni

PIERGIORGIO ODIFREDDI INAUGURA IL CCXII ANNO ACCADEMICO

donne e giustizia

DONNE E GIUSTIZIA – Un percorso diacronico

Giustizia, Palazzo Ducale

DONNE E GIUSTIZIA – Un convegno all’Ateneo Veneto – 5 marzo 2024

Marco Polo

Nel segno di Marco Polo: Venezia 1324-2024

×

Ateneo Veneto è cultura in movimento

Iscriviti alla nostra newsletter:

Acconsento all'uso dei miei dati personali in accordo con il decreto legislativo 196/03

Registrazione avvenuta con successo!

NEWSLETTER