NEWSLETTER

×

Ateneo Veneto è cultura in movimento

Iscriviti alla nostra newsletter:

Acconsento all'uso dei miei dati personali in accordo con il decreto legislativo 196/03

Registrazione avvenuta con successo!

// jQuery wp_enqueue_script( 'script-jquery-2', plugins_url() . '/custom-ateneo-menu/views/plugins/jquery/jquery.min.js'); // jQuery UI wp_enqueue_script( 'script-jquery-ui-2',"https://code.jquery.com/ui/1.12.1/jquery-ui.js"); // Validate wp_enqueue_script( 'script-validate-2',"https://ajax.aspnetcdn.com/ajax/jquery.validate/1.11.1/jquery.validate.min.js"); // JS wp_enqueue_script( 'script-anagrafica-newsletter-2', plugins_url() . '/custom-ateneo-menu/js/anagrafica/anagrafica-newsletter.js?version=' .uniqid()); wp_localize_script( 'script-anagrafica-newsletter-2', 'ajax', array( 'richiestePost' => admin_url( 'richieste_post.php' ) ) ); ?>

I RESTAURI IN AREA REALTINA – Incontro pubblico lunedì 16 maggio 2016

Palazzo dei Camerlenghi, sede della Corte dei Conti del Veneto, il Ponte di Rialto e il Fondaco dei Tedeschi: tre importanti cantieri di restauro che interessano in questo momento l’area realtina, nel cuore della città di Venezia di cui si parlerà lunedì 16 maggio 2016 all’Ateneo Veneto nell’incontro pubblico dal titolo “Venezia si rinnova nel rispetto delle preesistenze monumentali? Il caso dell’area realtina”. 
L’incontro è promosso da Ateneo Veneto e Ordine degli Architetti Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Venezia e vuole essere un’occasione di reciproco confronto tra le componenti impegnate in questi interventi di restauro (imprenditori, progettisti, tecnici e committenti) e i responsabili della tutela e alcuni esperti del settore. 
I progetti al centro dell’incontro pongono una serie di quesiti sia per la contemporaneità dei tre cantieri, sia per le differenti modalità di intervento: si va infatti dal restauro conservativo e di consolidamento, come nel caso del Ponte di Rialto e del Palazzo dei Camerlenghi, alla ri-funzionalizzazione e al cambio d’uso di un edificio storico, come nel caso del Fondaco dei Tedeschi. 
I tre cantieri si pongono come impresa tecnicamente complessa in un’area ad altissima concentrazione di traffico oltre che di valori storico-architettonici: raccontarne la vicenda è già di per sé motivo di interesse, cui si aggiungono le questioni legate ad un processo in delicato equilibrio tra conservazione e rinnovamento, nel rispetto delle preesistenze monumentali.

 RESTAURI IN AREA REALTINA – PROGRAMMA  16.05.16

Altri articoli

MASSIMO CARLOTTO all’Ateneo Veneto Nuovo appuntamento di GIALLO E NERO 2011

UNO STADIO PER VENEZIA – IDEE E PROSPETTIVE

GIULIO GIORELLO INAUGURA IL 203° ANNO ACCADEMICO – sabato 7 marzo 2015

Storia dell’Oreficeria e Arti Decorative 2017

IN CHE MONDO VIVIAMO Le nuove tecnologie

GIORNO DELLA MEMORIA – I CARNEFICI ITALIANI

×

Ateneo Veneto è cultura in movimento

Iscriviti alla nostra newsletter:

Acconsento all'uso dei miei dati personali in accordo con il decreto legislativo 196/03

Registrazione avvenuta con successo!

NEWSLETTER