NEWSLETTER

×

Ateneo Veneto è cultura in movimento

Iscriviti alla nostra newsletter:

Acconsento all'uso dei miei dati personali in accordo con il decreto legislativo 196/03

Registrazione avvenuta con successo!

// jQuery wp_enqueue_script( 'script-jquery-2', plugins_url() . '/custom-ateneo-menu/views/plugins/jquery/jquery.min.js'); // jQuery UI wp_enqueue_script( 'script-jquery-ui-2',"https://code.jquery.com/ui/1.12.1/jquery-ui.js"); // Validate wp_enqueue_script( 'script-validate-2',"https://ajax.aspnetcdn.com/ajax/jquery.validate/1.11.1/jquery.validate.min.js"); // JS wp_enqueue_script( 'script-anagrafica-newsletter-2', plugins_url() . '/custom-ateneo-menu/js/anagrafica/anagrafica-newsletter.js?version=' .uniqid()); wp_localize_script( 'script-anagrafica-newsletter-2', 'ajax', array( 'richiestePost' => admin_url( 'richieste_post.php' ) ) ); ?>

CORSO DI STORIA DELL’ARTE 2018

 

CORSO DI STORIA DELL’ARTE 2018

L’Ottocento

 

Il Corso di Storia dell’Arte Veneta dell’anno accademico 2018-2019 che rinnova la collaborazione tra l’Associazione degli Amici dei Musei e dei Monumenti Veneziani e l’Ateneo Veneto, apre quest’anno all’Ottocento, un secolo travagliatissimo per Venezia, carico d’inevitabili dolorose rotture con il suo glorioso passato.

Un secolo però anche foriero di grandi cambiamenti storici che hanno trasformato il tessuto sociale e urbanistico della Città; un secolo ricco per le radicali innovazioni sul piano intellettuale e artistico che hanno portato Venezia ad aprirsi a una dimensione culturale sempre più internazionale.

Basti pensare all’importanza che hanno avuto l’istituzione dell’Accademia di Belle Arti nella formazione dei giovani artisti, e la creazione di musei pubblici, come il Correr a Venezia e il Bailo a Treviso, che sono riusciti a contenere la disastrosa emorragia del patrimonio veneziano di opere d’arte verso le collezioni e i musei esteri.

Così pure, durante tutto l’Ottocento, ma specialmente nella seconda metà, va considerata e apprezzata l’influenza dei movimenti artistici d’oltralpe che hanno rivitalizzato e in alcuni casi anche completamente rifondato la tradizione pittorica veneta.

Tutto questo, in una Città che, pur rimanendo unica e inimitabile, cercava di costruire ponti, reali e metaforici, verso modelli urbanistici e produttivi che erano ormai in uso nelle grandi capitali europee.

A trattare questi temi, che saranno spalmati nel corso di due anni accademici, sono stati chiamati alcuni dei più autorevoli studiosi del periodo, ai quali fin d’ora va il nostro sentito ringraziamento per aver voluto tenere viva, con la loro partecipazione, la tradizione culturale delle nostre due istituzioni cittadine nello studio delle arti.

Ingresso libero.

Altri articoli

MARATONA DI BACH Nicola Lamon domenica 14 ottobre 2012 all’Ateneo Veneto

DARWIN DAY 2020 – ARTE, VIAGGI, SCIENZA

Dedalo e Icaro Canova

Canova a Venezia – Le attività dell’Ateneo Veneto per il bicentenario di Antonio Canova

GIORNO DELLA MEMORIA 2019 ALL’ATENEO VENETO

DIFFUSIONE E CARATTERI DEL RINASCIMENTO Inizia il Corso di Storia dell’Arte 2012

ALLE ORIGINI DELL’ATENEO VENETO Immagini e figure dell’Ateneo

×

Ateneo Veneto è cultura in movimento

Iscriviti alla nostra newsletter:

Acconsento all'uso dei miei dati personali in accordo con il decreto legislativo 196/03

Registrazione avvenuta con successo!

NEWSLETTER