NEWSLETTER

×

Ateneo Veneto è cultura in movimento

Iscriviti alla nostra newsletter:

Acconsento all'uso dei miei dati personali in accordo con il decreto legislativo 196/03

Registrazione avvenuta con successo!

// jQuery wp_enqueue_script( 'script-jquery-2', plugins_url() . '/custom-ateneo-menu/views/plugins/jquery/jquery.min.js'); // jQuery UI wp_enqueue_script( 'script-jquery-ui-2',"https://code.jquery.com/ui/1.12.1/jquery-ui.js"); // Validate wp_enqueue_script( 'script-validate-2',"https://ajax.aspnetcdn.com/ajax/jquery.validate/1.11.1/jquery.validate.min.js"); // JS wp_enqueue_script( 'script-anagrafica-newsletter-2', plugins_url() . '/custom-ateneo-menu/js/anagrafica/anagrafica-newsletter.js?version=' .uniqid()); wp_localize_script( 'script-anagrafica-newsletter-2', 'ajax', array( 'richiestePost' => admin_url( 'richieste_post.php' ) ) ); ?>

“BELLUM IN TERRIS” – Ripercorrere la storia della Grande Guerra

BELLUM IN TERRIS

Mandare, andare, essere in guerra

ciclo pluriennale di conferenze a cura di Mario Isnenghi

   Seguendo lo schema della riuscita esperienza ideata nel 2011 per il 150° dell’Unità d’Italia, il nuovo ciclo pensato da Ateneo Veneto, Università Ca’ Foscari di Venezia e Iveser per il Centenario della prima guerra mondiale ha una Prolusione mercoledì 12 novembre 2014 e si distende poi per tutto l’arco temporale 2015-2018 ricalcando anno per anno il periodo 1914-1918.
   L’idea generale è quella di aprire ogni annata concentrando in tre incontri gli avvenimenti e il senso della guerra in quello stesso anno, cento anni prima.
   Il titolo generale “Bellum in terris” rovescia amaramente quello della famosa enciclica “Pacem in terris” di papa Giovanni XXIII (1963), che era rivolta a “tutti gli uomini di buona volontà”: la violenza e la guerra infatti fanno intrinsecamente parte della storia dell’uomo, sono costitutive della storia e delle autobiografie dei popoli e degli stati. Non vuole essere dunque una provocazione rispetto agli odierni presupposti pacifisti, ma una constatazione di come sono andate le cose.
   “Mandare, andare, essere in guerra” – sottotitolo generale del ciclo che si comporrà in tutto in 13 incontri nell’arco di 4 anni – tiene aperto lo sguardo sui mandanti e gli attori del grande conflitto, su chi voleva e chi non avrebbe voluto, su chi si esaltò, chi si rassegnò e chi si oppose.
   
    La Prolusione di Mario Isnenghimercoledì 12 novembre 2014 nell’Aula Magna dell’Ateneo Veneto – intende affrontare e dichiarare le diverse possibili modalità di rapporto con il Centenario; non si intende fare una celebrazione ma si cercherà anche di non cadere nelle opposte retoriche virtuiste: si cercherà insomma di fare storia, più che educazione civica.
   La giornata inaugurale del ciclo è realizzata in collaborazione con tutte le Accademie del Nordest e segna l’inizio di una programmazione condivisa.
    Il ciclo pluriennale si avvale del Patrocinio del Comitato Regionale Veneto per le Celebrazioni del Centenario della Grande Guerra e rientra nel programma ufficiale delle commemorazioni del Centenario della Prima Guerra mondiale a cura della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Struttura di Missione per gli anniversari di interesse nazionale.

BELLUM IN TERRIS – programma

 

 

Altri articoli

MUSICA E FILOSOFIA – BACH E WITTGENSTEIN

FERMOIMMAGINE 18 marzo 2009

CORSO DI STORIA DELLA SANITA’ 2017 – Salute e specificità

Partono i corsi dell’Ateneo

CHIUSURA PER LE FESTIVITA’ DI FINE ANNO 2016

Storia dell’Oreficeria e Arti Decorative 2017

×

Ateneo Veneto è cultura in movimento

Iscriviti alla nostra newsletter:

Acconsento all'uso dei miei dati personali in accordo con il decreto legislativo 196/03

Registrazione avvenuta con successo!

NEWSLETTER