NEWSLETTER

×

Ateneo Veneto è cultura in movimento

Iscriviti alla nostra newsletter:

Acconsento all'uso dei miei dati personali in accordo con il decreto legislativo 196/03

Registrazione avvenuta con successo!

// jQuery wp_enqueue_script( 'script-jquery-2', plugins_url() . '/custom-ateneo-menu/views/plugins/jquery/jquery.min.js'); // jQuery UI wp_enqueue_script( 'script-jquery-ui-2',"https://code.jquery.com/ui/1.12.1/jquery-ui.js"); // Validate wp_enqueue_script( 'script-validate-2',"https://ajax.aspnetcdn.com/ajax/jquery.validate/1.11.1/jquery.validate.min.js"); // JS wp_enqueue_script( 'script-anagrafica-newsletter-2', plugins_url() . '/custom-ateneo-menu/js/anagrafica/anagrafica-newsletter.js?version=' .uniqid()); wp_localize_script( 'script-anagrafica-newsletter-2', 'ajax', array( 'richiestePost' => admin_url( 'richieste_post.php' ) ) ); ?>
Rizzo e Campi - Fascismo

martedì 22 Novembre 18:00

Sala Lettura

Programma accademico

Sergio Rizzo, Alessandro Campi e l’ombra lunga del fascismo

Presentazione del volume

L’ombra lunga del fascismo. Perchè l’Italia è ancora ferma a Mussolini
di Sergio Rizzo e Alessandro Campi (Milano, Solferino 2022)

Saluto di Antonella Magaraggia, Presidente Ateneo Veneto
Introduce Jacopo Zanon

Il giornalista Roberto Papetti dialoga con gli autori

Un libro che è la radiografia impietosa di un Paese in cui si fa ancora un uso strumentale del fascismo: la destra continua a richiamarsi alla sua eredità sentimentale spacciandola per patriottismo, la sinistra ne agita lo spettro a ogni elezione.
Nel 2022, a un secolo dall’avvento di Mussolini e del fascismo, c’è una ditta che produce e vende su e-Bay magliette celebrative della Marcia su Roma e dalle curve degli stadi ai consigli comunali torna di moda il saluto fascista. L’Italia appare ancora divisa sul giudizio storico del fascismo. Perché viviamo in un Paese in cui la famiglia Mussolini è ancora in politica; perché alla fine della guerra molti fascisti sono rimasti al loro posto; perché paghiamo ancora il conto dell’Iri o di Carbonia e sono tutt’ora in vigore 249 leggi, decreti, regolamenti in cui compare la parola «razza». Non solo: le nostre città abbondano di monumenti, lapidi, simboli inneggianti al fascismo; e ci sono strade intitolate in età repubblicana a esponenti del regime. Come poteva nascere una destra moderna se quello spazio è stato subito occupato dagli eredi del partito fascista?

Sergio Rizzo è stato editorialista del “Corriere della Sera” e vicedirettore di “Repubblica”. È autore di numerosi libri di successo, tra cui La casta, scritto con Gian Antonio Stella (2007). Tra i suoi libri più recenti Potere assoluto (2022).

Alessandro Campi insegna all’Università di Perugia ed è direttore della “Rivista di Politica”. Ha pubblicato un profilo ideologico di Mussolini (2001) e curato la ristampa del suo Giornale di guerra (2016).

×

Ateneo Veneto è cultura in movimento

Iscriviti alla nostra newsletter:

Acconsento all'uso dei miei dati personali in accordo con il decreto legislativo 196/03

Registrazione avvenuta con successo!

NEWSLETTER