NEWSLETTER

×

Ateneo Veneto è cultura in movimento

Iscriviti alla nostra newsletter:

Acconsento all'uso dei miei dati personali in accordo con il decreto legislativo 196/03

Registrazione avvenuta con successo!

// jQuery wp_enqueue_script( 'script-jquery-2', plugins_url() . '/custom-ateneo-menu/views/plugins/jquery/jquery.min.js'); // jQuery UI wp_enqueue_script( 'script-jquery-ui-2',"https://code.jquery.com/ui/1.12.1/jquery-ui.js"); // Validate wp_enqueue_script( 'script-validate-2',"https://ajax.aspnetcdn.com/ajax/jquery.validate/1.11.1/jquery.validate.min.js"); // JS wp_enqueue_script( 'script-anagrafica-newsletter-2', plugins_url() . '/custom-ateneo-menu/js/anagrafica/anagrafica-newsletter.js?version=' .uniqid()); wp_localize_script( 'script-anagrafica-newsletter-2', 'ajax', array( 'richiestePost' => admin_url( 'richieste_post.php' ) ) ); ?>

martedì 16 Marzo 17:30

Canale Youtube di Ateneo Veneto

Programma accademico

Nella splendida Venezia con Aldo Manuzio, l’inventore dei libri

CANALE YOUTUBE DI ATENEO VENETO

Ateneo Veneto, Circolo dei Lettori di Milano, Aldus Club Milano
Nella splendida Venezia con Aldo Manuzio, l’inventore dei libri

Introduce Laura Lepri, Direttore del Circolo dei Lettori – Milano
Relatori:
Salvatore Carrubba, Presidente del Circolo dei Lettori – Milano
Alessandro Marzo Magno, autore del libro “L’inventore dei libri. Aldo Manuzio, Venezia e il suo tempo”
Gianpaolo Scarante, Presidente dell’Ateneo Veneto
Davide Galli, bibliofilo dell’Aldus Club di Milano

Un ponte tra Venezia e Milano per parlare del primo vero editore della storia, Aldo Manuzio.
Ateneo Veneto e Circolo dei Lettori di Milano hanno avviato questa nuova collaborazione con la presentazione del libro dello scrittore – socio dell’Ateneo – Alessandro Marzo Magno  L’inventore di libri. Aldo Manuzio, Venezia e il suo tempo (Laterza), che ripercorre la vita di un uomo colto, accorto e insieme intraprendente, capace di dare una svolta all’invenzione di Gutenberg. Manuzio veniva dal Lazio, fu il precettore dei principi Pio da Carpi, ma una volta arrivato a Venezia, divenne il più prestigioso degli stampatori. All’epoca, il tardo Quattrocento, la città era una tipografia a cielo aperto. Manuzio, tuttavia, non si limitò a far andare i torchi: fu il primo ad avere un vero progetto editoriale. E affondando le proprie scelte nella cultura classica greca e latina, puntò sulla qualità di autori e collaboratori, sulla leggibilità del testo, su un pubblico sempre più numeroso.
Nel corso dell’incontro si potrà ammirare anche una rara e bellissima “aldina”, l’ultimo libro stampato da Aldo Manuzio nel 1515, grazie a Davide Galli, giovane bibliofilo dell’Aldus Club.

×

Ateneo Veneto è cultura in movimento

Iscriviti alla nostra newsletter:

Acconsento all'uso dei miei dati personali in accordo con il decreto legislativo 196/03

Registrazione avvenuta con successo!

NEWSLETTER