NEWSLETTER

×

Ateneo Veneto è cultura in movimento

Iscriviti alla nostra newsletter:

Acconsento all'uso dei miei dati personali in accordo con il decreto legislativo 196/03

Registrazione avvenuta con successo!

// jQuery wp_enqueue_script( 'script-jquery-2', plugins_url() . '/custom-ateneo-menu/views/plugins/jquery/jquery.min.js'); // jQuery UI wp_enqueue_script( 'script-jquery-ui-2',"https://code.jquery.com/ui/1.12.1/jquery-ui.js"); // Validate wp_enqueue_script( 'script-validate-2',"https://ajax.aspnetcdn.com/ajax/jquery.validate/1.11.1/jquery.validate.min.js"); // JS wp_enqueue_script( 'script-anagrafica-newsletter-2', plugins_url() . '/custom-ateneo-menu/js/anagrafica/anagrafica-newsletter.js?version=' .uniqid()); wp_localize_script( 'script-anagrafica-newsletter-2', 'ajax', array( 'richiestePost' => admin_url( 'richieste_post.php' ) ) ); ?>

Una giornata con Emilio Isgrò tra arte, cultura e terza pagina

Pagine di giornale o di libro con quasi tutte le righe cancellate da grossi segni scuri per far risaltare solo alcune parole. Un’idea nata nella redazione di Venezia del “Gazzettino” dove il giornalista-artista Emilio Isgrò, vedendo le cancellature del direttore su un testo mandato in tipografia a Ca’ Faccanon, trasforma quei lavori in opere d’arte. Verità o leggenda? Le prime cancellature “artistiche” Isgrò le ha fatte effettivamente sul suo tavolo al “Gazzettino”, mentre disegnava la “terza pagina”.
Ma molta parte del mito che l’artista stesso ha contribuito a creare viene ora demolita nel suo libro “Autocurriculum”, presentato martedì 17 aprile 2018 all’Ateneo Veneto (Aula Magna, ore 17.30) in un pomeriggio di racconti su Venezia, il “Gazzettino” e molto altro ancora,che vedrà Isgrò affiancato dall’attuale direttore del quotidiano, Roberto Papetti, dal critico d’arte Enzo Di Martino e dal giornalista Adriano Favaro
Al mattino invece, in Aula Magna a partire dalle ore 10.00, Isgrò incontrerà giornalisti e studenti di alcuni licei veneziani per parlare della mitica “terza pagina” dei giornali negli anni Sessanta, quando la cultura all’interno di un giornale occupava un posto davvero molto speciale.

Altri articoli

Presentazione del libro Rapidi e invisibili

La duplice lotta per i diritti di una donna kurda al parlamento turco Incontro con Leyla Zana

L’attività dell’Ateneo Veneto è sospesa per la pausa estiva. La segreteria e la biblioteca restano chiuse dal 13 al 25 agosto.

CHIUSURA PER LE FESTIVITA’ DI FINE ANNO

Ripartono i corsi dell’Ateneo

LA NOUVELLE VAGUE cinquant’anni dopo Le riflessioni di Giorgio Tinazzi

×

Ateneo Veneto è cultura in movimento

Iscriviti alla nostra newsletter:

Acconsento all'uso dei miei dati personali in accordo con il decreto legislativo 196/03

Registrazione avvenuta con successo!

NEWSLETTER