NEWSLETTER

×

Ateneo Veneto è cultura in movimento

Iscriviti alla nostra newsletter:

Acconsento all'uso dei miei dati personali in accordo con il decreto legislativo 196/03

Registrazione avvenuta con successo!

// jQuery wp_enqueue_script( 'script-jquery-2', plugins_url() . '/custom-ateneo-menu/views/plugins/jquery/jquery.min.js'); // jQuery UI wp_enqueue_script( 'script-jquery-ui-2',"https://code.jquery.com/ui/1.12.1/jquery-ui.js"); // Validate wp_enqueue_script( 'script-validate-2',"https://ajax.aspnetcdn.com/ajax/jquery.validate/1.11.1/jquery.validate.min.js"); // JS wp_enqueue_script( 'script-anagrafica-newsletter-2', plugins_url() . '/custom-ateneo-menu/js/anagrafica/anagrafica-newsletter.js?version=' .uniqid()); wp_localize_script( 'script-anagrafica-newsletter-2', 'ajax', array( 'richiestePost' => admin_url( 'richieste_post.php' ) ) ); ?>

ALLA SCOPERTA DEL SISTEMA IMMUNITARIO

Giovedì 16 giugno 2016 (Sala Tommaseo, ore 17.30) il reumatologo Leonardo Punzi, dell’Università di Padova, propone un approfondito excursus alla scoperta del sistema immunitario nell’essere umano, dalle difese immunitarie non specifiche e innate (termoregolazione, secrezioni, febbre e infiammazioni) fino all’immunità acquisita – cioè la risposta ad uno specifico invasore – che viene solitamente attivata dopo un’infezione naturale in seguito all’esposizione ad alcuni “antigeni”.
Tale meccanismo può essere provocato artificialmente dall’uomo, come nel caso dei vaccini.
I sofisticatissimi meccanismi che regolano il sistema immunitario umano sono comunque ampiamente condizionati dalla predisposizione genetica e dai fattori ambientali.
La combinazione dei due fattori porta talvolta ad una reazione abnorme, per cui l’organismo scambia per estraneo qualcosa che appartiene a se stesso: si tratta dei cosiddetti casi di “autoimmunità”, che sfociano in malattie “autoimmuni” molto frequenti nella popolazione, come l’artrite reumatoide, il lupus o la sclerodermia.
La scoperta della maggior parte dei complessi meccanismi che causano queste malattie ha portato però all’introduzione di farmaci innovativi molto efficaci, fra cui i più noti sono i cosiddetti “farmaci biologici”, studiati per raggiungere le cellule o le strutture malate, agendo direttamente su queste senza danneggiare le cellule sane.

Leonardo Punzi è direttore dell’Unità Operativa Complessa (UOC) di Reumatologia e coordinatore del Corso di Dottorato in Scienze Cliniche e Sperimentali dell’Università di Padova. E’ componente della Commissione regionale del Farmaco della Regione Veneto. Membro del Comitato Scientifico della Fondazione per la Ricerca in Medicina dell’Università di Strasburgo e Presidente dell’Associazione ONLUS  Hemove per le Malattie Reumatiche, Muscolo-scheletriche e disabilità correlate, fa parte anche  delle task force della Società Europea di Reumatologia (EULAR) per l’elaborazione di raccomandazioni per la Gotta, per le Artropatie da cristalli di pirofosfato di calcio e per l’Artrosi.

Altri articoli

SHAKESPEARE, IL JAZZ E DUKE ELLINGTON

BELLUM IN TERRIS – Mandare, andare, essere in guerra (1916/2016)

ATLANTIDE. Il viaggio di Renzo Piano e del figlio Carlo

SOSPENSIONE DEL SERVIZIO PER CARNEVALE

CHIUSURA NATALIZIA

“DENTRO” la storia dell’arte – nuovo ciclo

×

Ateneo Veneto è cultura in movimento

Iscriviti alla nostra newsletter:

Acconsento all'uso dei miei dati personali in accordo con il decreto legislativo 196/03

Registrazione avvenuta con successo!

NEWSLETTER