NEWSLETTER

×

Ateneo Veneto è cultura in movimento

Iscriviti alla nostra newsletter:

Acconsento all'uso dei miei dati personali in accordo con il decreto legislativo 196/03

Registrazione avvenuta con successo!

// jQuery wp_enqueue_script( 'script-jquery-2', plugins_url() . '/custom-ateneo-menu/views/plugins/jquery/jquery.min.js'); // jQuery UI wp_enqueue_script( 'script-jquery-ui-2',"https://code.jquery.com/ui/1.12.1/jquery-ui.js"); // Validate wp_enqueue_script( 'script-validate-2',"https://ajax.aspnetcdn.com/ajax/jquery.validate/1.11.1/jquery.validate.min.js"); // JS wp_enqueue_script( 'script-anagrafica-newsletter-2', plugins_url() . '/custom-ateneo-menu/js/anagrafica/anagrafica-newsletter.js?version=' .uniqid()); wp_localize_script( 'script-anagrafica-newsletter-2', 'ajax', array( 'richiestePost' => admin_url( 'richieste_post.php' ) ) ); ?>

lunedì 26 Settembre 17:00

Sala Lettura

Programma accademico

Quale progetto socio-sanitario per la specificità veneziana

Ateneo Veneto, Amici del Giustinian, Movimento per la difesa della Sanità pubblica veneziana

Incontro pubblico

Saluto di Antonella Magaraggia, Presidente Ateneo Veneto

Introduce Nicola Funari, Associazione Amici del Giustinian

Intervengono
Marco Borghi, Presidente Municipalità di Venezia Murano Burano
Giovanni Leoni, Vice Presidente nazionale Ordine dei Medici
Cristiano Samueli, medico di Medicina Generale
Salvatore Lihard, Movimento per la Difesa della Sanità Pubblica Veneziana
Francesca Corso, coordinatrice Vetrina del volontariato

Il tema di come attuare un servizio socio-sanitario nel Centro Storico e nell’Estuario tenendo in debito conto la specificità veneziana rimane centrale nel dibattito che si sta sviluppando in questo periodo in città.
Le cause sono molteplici, a partire dalle ultime disposizioni regionali e statali, a cui si aggiungono la carenza di personale sanitario e specialmente di medici di famiglia, la loro retribuzione e i rapporti tra sanità pubblica e privata in una città che conta un numero sempre minore di residenti.
Il D.M. 71/2022, che dà attuazione alla riorganizzazione delle cure fuori dall’ospedale così come previsto dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, definisce un nuovo modello organizzativo della rete di assistenza sanitaria territoriale. L’obiettivo è quello di definire degli standard per fornire servizi socio-assistenziali efficienti, come previsto espressamente dalla Componente della Missione 6 Salute del PNRR.
All’Ateneo Veneto si discuterà proprio dell’attuazione del modello voluto dal Decreto Ministeriale che, in relazione alla specificità veneziana.
Ad intervenire all’incontro pubblico sono stati chiamati medici, rappresentanti dell’associazionismo e della pubblica amministrazione per tentare di dare un quadro completo della situazione.

×

Ateneo Veneto è cultura in movimento

Iscriviti alla nostra newsletter:

Acconsento all'uso dei miei dati personali in accordo con il decreto legislativo 196/03

Registrazione avvenuta con successo!

NEWSLETTER