NEWSLETTER

×

Ateneo Veneto è cultura in movimento

Iscriviti alla nostra newsletter:

Acconsento all'uso dei miei dati personali in accordo con il decreto legislativo 196/03

Registrazione avvenuta con successo!

// jQuery wp_enqueue_script( 'script-jquery-2', plugins_url() . '/custom-ateneo-menu/views/plugins/jquery/jquery.min.js'); // jQuery UI wp_enqueue_script( 'script-jquery-ui-2',"https://code.jquery.com/ui/1.12.1/jquery-ui.js"); // Validate wp_enqueue_script( 'script-validate-2',"https://ajax.aspnetcdn.com/ajax/jquery.validate/1.11.1/jquery.validate.min.js"); // JS wp_enqueue_script( 'script-anagrafica-newsletter-2', plugins_url() . '/custom-ateneo-menu/js/anagrafica/anagrafica-newsletter.js?version=' .uniqid()); wp_localize_script( 'script-anagrafica-newsletter-2', 'ajax', array( 'richiestePost' => admin_url( 'richieste_post.php' ) ) ); ?>

martedì 08 Novembre 17:30

Aula Magna

Programma accademico

Incontri di Musica e Filosofia 2022

Ateneo Veneto, Accademia di Filosofia della Musica, Agimus Venezia, Fondazione Archivio Vittorio Cini, Donazione in ricordo di Giuseppe Traina

Musica e avventura
In cammino con Franz Schubert

Introduce Luca Ciammarughi (Radio Classica)

Musiche di Franz Schubert
Al pianoforte Luca Ciammarughi

La musica di Franz Schubert ha un passo costante che, esplicitamente nel repertorio liederistico e implicitamente in quello strumentale, è emblema di una Wanderung, di un “mettersi in cammino” alla ricerca della natura più profonda di sè stessi e del significato dell’esistere.
Negli ultimi anni di vita, in particolare, il giovane compositore Franz Schubert, nato alla periferia di Vienna e vissuto  per soli trentun anni fra difficoltà materiali  e sofferenze  morali, riesce a realizzare una catarsi artistica che ha pochi paragoni nell’intera storia della musica e dell’arte.
Abbandonando i cliché del Biedermeier e riempiendo di nuovi contenuti romantici le forme classiche, Schubert raccoglie il testimone di Beethoven e al contempo intraprende una via propria. Questa via, che anticipa non solo le dilatate forme di Mahler e Bruckner ma sembra addirittura preannunciare alcuni tratti dell’espressionismo e di altre correnti novecentesche, è rabdomantica, sonnambolica, onirica.

×

Ateneo Veneto è cultura in movimento

Iscriviti alla nostra newsletter:

Acconsento all'uso dei miei dati personali in accordo con il decreto legislativo 196/03

Registrazione avvenuta con successo!

NEWSLETTER