NEWSLETTER

×

Ateneo Veneto è cultura in movimento

Iscriviti alla nostra newsletter:

Acconsento all'uso dei miei dati personali in accordo con il decreto legislativo 196/03

Registrazione avvenuta con successo!

// jQuery wp_enqueue_script( 'script-jquery-2', plugins_url() . '/custom-ateneo-menu/views/plugins/jquery/jquery.min.js'); // jQuery UI wp_enqueue_script( 'script-jquery-ui-2',"https://code.jquery.com/ui/1.12.1/jquery-ui.js"); // Validate wp_enqueue_script( 'script-validate-2',"https://ajax.aspnetcdn.com/ajax/jquery.validate/1.11.1/jquery.validate.min.js"); // JS wp_enqueue_script( 'script-anagrafica-newsletter-2', plugins_url() . '/custom-ateneo-menu/js/anagrafica/anagrafica-newsletter.js?version=' .uniqid()); wp_localize_script( 'script-anagrafica-newsletter-2', 'ajax', array( 'richiestePost' => admin_url( 'richieste_post.php' ) ) ); ?>

martedì 14 Ottobre 20:00

Sala Tommaseo

Programma accademico

Presentazione del volume Voglio una vita come la mia

Presentazione del volume
Voglio una vita come la mia, di Marco Santagata (Parma, Guanda, 2008)
Coordina: Tiziana Agostini
Relatori: Silvana Tamiozzo Goldman, Lorenzo Tomasin
Il titolo del nuovo romanzo di Marco Santagata ricalca quello della famosissima canzone dell’amico e conterraneo Vasco Rossi: Voglio una vita spericolata. Di quella canzone in un certo senso il romanzo assume il ritmo: dall’adagio-lento dell’epigrafe di Cormac McCarthy, l’avventura si sviluppa a partire dal corsivo iniziale – che ci riporta indietro di 500 anni – in accelerazioni poi scandite  da fogli di “diario”(dal 29 ottobre al 31 dicembre). Il 9 aprile 1454 inaugurò un quarantennio d’oro in cui, grazie al trattato di pace stipulato fra gli ambasciatori del Ducato di Milano e della Repubblica di Venezia, i nati tra il 1446 e il 1450 goderono nel nostro paese del privilegio straordinario di vivere in un periodo di pace, di sviluppo economico e di fervore intellettuale. Cinquecento anni dopo, anche l’autore è tra i privilegiati: «E siamo arrivati noi, i nati fra il 1946 e il ’50 […] Noi e solo noi, abbiamo vissuto due infanzie, due giovinezze; noi abbiamo conosciuto due mondi. Noi siamo i frontalieri della Storia».

×

Ateneo Veneto è cultura in movimento

Iscriviti alla nostra newsletter:

Acconsento all'uso dei miei dati personali in accordo con il decreto legislativo 196/03

Registrazione avvenuta con successo!

NEWSLETTER