NEWSLETTER

×

Ateneo Veneto è cultura in movimento

Iscriviti alla nostra newsletter:

Acconsento all'uso dei miei dati personali in accordo con il decreto legislativo 196/03

Registrazione avvenuta con successo!

// jQuery wp_enqueue_script( 'script-jquery-2', plugins_url() . '/custom-ateneo-menu/views/plugins/jquery/jquery.min.js'); // jQuery UI wp_enqueue_script( 'script-jquery-ui-2',"https://code.jquery.com/ui/1.12.1/jquery-ui.js"); // Validate wp_enqueue_script( 'script-validate-2',"https://ajax.aspnetcdn.com/ajax/jquery.validate/1.11.1/jquery.validate.min.js"); // JS wp_enqueue_script( 'script-anagrafica-newsletter-2', plugins_url() . '/custom-ateneo-menu/js/anagrafica/anagrafica-newsletter.js?version=' .uniqid()); wp_localize_script( 'script-anagrafica-newsletter-2', 'ajax', array( 'richiestePost' => admin_url( 'richieste_post.php' ) ) ); ?>

martedì 26 Ottobre 17:30

Sala Lettura

Attività ospitate

Sette Giorni a Venezia. Una flânerie artistica tra sestieri, bacari e campielli

Presentazione del volume
Sette Giorni a Venezia. Una flânerie artistica tra sestieri, bacari e campielli
di Gianmaria Donà dalle Rose (Milano, edizioni Settecolori 2021)
Stenio Solinas e Walter Mariotti conversano con l’autore

Un microviaggio di sette giorni senza riferimenti tra bacari e campielli, sulle orme di memorie personali che s’incrociano con quelle di illustri forestieri che hanno visitato e vissuto la città come Gianmaria Donà dalle Rose. Non un saggio né una guida, ma una successione di magnifiche suggestioni tra il passato e il presente di una città unica: una Venezia insolita e magica, attraverso ricordi e biografie. Un invito personale a perdersi tra calli e campielli, sulle orme dei grandi visitatori di un glorioso passato. Passeggiate di terra e percorsi d’acqua che sfociano nell’identità di una città che a differenza di molte altre è la somma di quelli che l’hanno vissuta, amata, odiata. E che contiene tutti i luoghi e al tempo stesso non somiglia ad alcun luogo.
Da Jean-Jacques Rousseau a Richard Wagner nel sestiere di Cannaregio. Da Stravinskij a Carpaccio e Petrarca a Castello. Da Turner a Ezra Pound, Iosif Brodskij e Filippo De Pisis a Dorsoduro. Da Tiziano a Tintoretto e Proust a San Polo. Da Lorenzo Lotto a Friedrich Nietzsche a Santa Croce. E poi ancora Casanova, D’Annunzio, Ruskin e Henry James a San Marco. Byron e Hugo Pratt al Lido. Francesco Maria Piave, Baldassare Galuppi e Stalin e Churchill, navigando tra le isole della laguna.
Gianmaria Donà dalle Rose è veneziano ma cresciuto a Milano. Laurea all’Università Luigi Bocconi, specializzazione alla Yale University, dal 1981 al 1994 ha ricoperto ruoli dirigenziali in Procter&Gamble, McKinsey, Gruppo Rizzoli Corriere della Sera. Dal 1995 ha lavorato in Twentieth Century Fox come Presidente ed Amministratore Delegato di Fox Italia e Spagna. Dal giugno 2017 è Presidente di IVF (International Film and Video Federation). Il suo primo libro è “L’Antipapa veneziano. Vita del doge Leonardo Donà” (Giunti, 2019).

×

Ateneo Veneto è cultura in movimento

Iscriviti alla nostra newsletter:

Acconsento all'uso dei miei dati personali in accordo con il decreto legislativo 196/03

Registrazione avvenuta con successo!

NEWSLETTER