NEWSLETTER

×

Ateneo Veneto è cultura in movimento

Iscriviti alla nostra newsletter:

Acconsento all'uso dei miei dati personali in accordo con il decreto legislativo 196/03

Registrazione avvenuta con successo!

// jQuery wp_enqueue_script( 'script-jquery-2', plugins_url() . '/custom-ateneo-menu/views/plugins/jquery/jquery.min.js'); // jQuery UI wp_enqueue_script( 'script-jquery-ui-2',"https://code.jquery.com/ui/1.12.1/jquery-ui.js"); // Validate wp_enqueue_script( 'script-validate-2',"https://ajax.aspnetcdn.com/ajax/jquery.validate/1.11.1/jquery.validate.min.js"); // JS wp_enqueue_script( 'script-anagrafica-newsletter-2', plugins_url() . '/custom-ateneo-menu/js/anagrafica/anagrafica-newsletter.js?version=' .uniqid()); wp_localize_script( 'script-anagrafica-newsletter-2', 'ajax', array( 'richiestePost' => admin_url( 'richieste_post.php' ) ) ); ?>

mercoledì 09 Maggio 19:30

Sala Tommaseo

Programma accademico

Presentazione del libro Gli ex-voto d’argento del Santuario della Madonna dello Scarpello nelle Bocche di Cattaro

Presentazione del libro Gli ex-voto d’argento del Santuario della Madonna dello Scarpello nelle Bocche di Cattaro di Pietro Pazzi (Venezia – Cattaro, 2007)
Relatori: Giorgio Suppiej e Marino Zorzi
Sarà presente l’Autore

Piero Pazzi è un profondo conoscitore dell’oreficeria veneta, cui ha dedicato studi fondamentali, fra i quali il Dizionario biografico degli artigiani specializzati nella lavorazione dei materiali preziosi al tempo della Repubblica di Venezia, ricco di 3.500 voci. Da tempo Pazzi si occupa dell’oreficeria in Istria e in Dalmazia, cui ha già dedicato un volume nel 1994. Il libro presentato riguarda un tesoro sino ad oggi ignoto: la grande raccolta di ex-voto della chiesa della Madonna dello Scarpello, a Cattaro. La qualità artistica di molti oggetti, la pietà religiosa che li ispira, le testimonianze storiche che essi offrono rendono la raccolta, e il libro che la descrive, un documento di grande importanza per la conoscenza della civiltà dalmata.
La lingua veneta delle scritte che appaiono negli ex-voto rende testimonianza dell’unità culturale del mondo adriatico, che trovava in Venezia una capitale naturale: politica, artistica, intellettuale.
Questa unità si è ora spezzata; ma va detto che Cattaro conserva ancora viva la memoria dell’antica, secolare fratellanza con Venezia, e il libro di Pazzi ne ricorda le radici: comuni le attività, i pericoli, i nemici, i dolori, le speranze, la fede. L’autore proietterà numerose immagini dei luoghi e degli oggetti d’arte descritti nel libro.

×

Ateneo Veneto è cultura in movimento

Iscriviti alla nostra newsletter:

Acconsento all'uso dei miei dati personali in accordo con il decreto legislativo 196/03

Registrazione avvenuta con successo!

NEWSLETTER