NEWSLETTER

×

Ateneo Veneto è cultura in movimento

Iscriviti alla nostra newsletter:

Acconsento all'uso dei miei dati personali in accordo con il decreto legislativo 196/03

Registrazione avvenuta con successo!

// jQuery wp_enqueue_script( 'script-jquery-2', plugins_url() . '/custom-ateneo-menu/views/plugins/jquery/jquery.min.js'); // jQuery UI wp_enqueue_script( 'script-jquery-ui-2',"https://code.jquery.com/ui/1.12.1/jquery-ui.js"); // Validate wp_enqueue_script( 'script-validate-2',"https://ajax.aspnetcdn.com/ajax/jquery.validate/1.11.1/jquery.validate.min.js"); // JS wp_enqueue_script( 'script-anagrafica-newsletter-2', plugins_url() . '/custom-ateneo-menu/js/anagrafica/anagrafica-newsletter.js?version=' .uniqid()); wp_localize_script( 'script-anagrafica-newsletter-2', 'ajax', array( 'richiestePost' => admin_url( 'richieste_post.php' ) ) ); ?>

giovedì 31 Maggio 20:00

Sala Tommaseo

Programma accademico

Presentazione del libro di Mario Galzigna Il mondo nella mente. Per una epistemologia della cura

Presentazione del libro di Mario Galzigna Il mondo nella mente. Per una epistemologia della cura (Venezia, Marsilio, 2007)
Intervengono: Gerardo Favaretto, psichiatra (direttore del Dipartimento di Salute Mentale di Treviso); Federico Leoni, psicologo (Università di Milano); Mario Galzigna, storico delle scienze e epistemologo (Università di Venezia)

Un libro per ripensare la cura del disagio psichico.
Sullo sfondo, un punto di vista storico-filosofico, dove la mente viene concepita come microcosmo che contiene il mondo.
La cura dunque: oggetto di un approccio attento ai concetti che utilizza, alle teorie che presuppone, alle relazioni che mobilita.
Viene proposto un nuovo ruolo dell’epistemologia in ambito psichiatrico e psicoterapico. Si tratta di un’epistemologia della connessione priva di pretese prescrittive. Interna alle pratiche relazionali.
Mirata a stabilire efficaci giunzioni tra differenti approcci: un’esigenza, questa, molto sentita dagli operatori della salute mentale e dai destinatari delle cure.
Tra gli strumenti di questa epistemologia clinica viene messa a fuoco – per gli operatori “psi” e per gli “psiconauti” – la possibilità di un uso formativo della rete e di svariate modalità della comunicazione virtuale.

 

×

Ateneo Veneto è cultura in movimento

Iscriviti alla nostra newsletter:

Acconsento all'uso dei miei dati personali in accordo con il decreto legislativo 196/03

Registrazione avvenuta con successo!

NEWSLETTER