NEWSLETTER

×

Ateneo Veneto è cultura in movimento

Iscriviti alla nostra newsletter:

Acconsento all'uso dei miei dati personali in accordo con il decreto legislativo 196/03

Registrazione avvenuta con successo!

// jQuery wp_enqueue_script( 'script-jquery-2', plugins_url() . '/custom-ateneo-menu/views/plugins/jquery/jquery.min.js'); // jQuery UI wp_enqueue_script( 'script-jquery-ui-2',"https://code.jquery.com/ui/1.12.1/jquery-ui.js"); // Validate wp_enqueue_script( 'script-validate-2',"https://ajax.aspnetcdn.com/ajax/jquery.validate/1.11.1/jquery.validate.min.js"); // JS wp_enqueue_script( 'script-anagrafica-newsletter-2', plugins_url() . '/custom-ateneo-menu/js/anagrafica/anagrafica-newsletter.js?version=' .uniqid()); wp_localize_script( 'script-anagrafica-newsletter-2', 'ajax', array( 'richiestePost' => admin_url( 'richieste_post.php' ) ) ); ?>

venerdì 22 Ottobre 17:00

Sala Lettura

Programma accademico

La presenza di Dante nella letteratura del Novecento – Ciclo di incontri su Dante 2021

Ateneo Veneto, M.E.I.C.
“Viver tra coloro / che questo tempo chiameranno antico”

La presenza di Dante nella letteratura del Novecento
Relatrice: Ylenia Venzo

Nel secondo appuntamento dedicato all’eredità di Dante nella nostra cultura, viene proposto un excursus nella letteratura del Novecento, principalmente italiana ma non solo, alla ricerca degli autori, delle opere e dei precisi riferimenti testuali che presentano un evidente riferimento all’opera dantesca.
Tra le pagine di Borges, Levi, Pasolini e i versi di Luzi, Gozzano, Sanguineti e molti altri, verranno rintracciati i tratti di un omaggio esplicito, riconosceremo rivisitazioni e risemantizzazioni del testo, talvolta anche in chiave di ribaltamento e parodia, ma coglieremo soprattutto l’inesausta vitalità dell’opera di  Dante.
La Commedia infatti è stata un punto di riferimento per tanti autori del Novecento che l’hanno utilizzata come medium artistico e poetico per leggere il presente, attratti come Mandel’štam da un’opera che, per la sua portata universale, nonostante i secoli, rimane di straordinaria attualità: “Non è possibile leggere i canti di Dante senza rivolgerli all’oggi: sono fatti apposta, sono proiettili scagliati per captare il futuro, ed esigono un commento futurum [… ] La sua attualità è inesauribile, incalcolabile, inestinguibile”.

×

Ateneo Veneto è cultura in movimento

Iscriviti alla nostra newsletter:

Acconsento all'uso dei miei dati personali in accordo con il decreto legislativo 196/03

Registrazione avvenuta con successo!

NEWSLETTER