NEWSLETTER

×

Ateneo Veneto è cultura in movimento

Iscriviti alla nostra newsletter:

Acconsento all'uso dei miei dati personali in accordo con il decreto legislativo 196/03

Registrazione avvenuta con successo!

// jQuery wp_enqueue_script( 'script-jquery-2', plugins_url() . '/custom-ateneo-menu/views/plugins/jquery/jquery.min.js'); // jQuery UI wp_enqueue_script( 'script-jquery-ui-2',"https://code.jquery.com/ui/1.12.1/jquery-ui.js"); // Validate wp_enqueue_script( 'script-validate-2',"https://ajax.aspnetcdn.com/ajax/jquery.validate/1.11.1/jquery.validate.min.js"); // JS wp_enqueue_script( 'script-anagrafica-newsletter-2', plugins_url() . '/custom-ateneo-menu/js/anagrafica/anagrafica-newsletter.js?version=' .uniqid()); wp_localize_script( 'script-anagrafica-newsletter-2', 'ajax', array( 'richiestePost' => admin_url( 'richieste_post.php' ) ) ); ?>

mercoledì 25 Novembre 18:30

Aula Magna

Programma accademico

Corso di Storia dell’Art…

Corso di Storia dell’Arte Veneta
Oreficeria gotica veneziana tra scultura e gioiello
Relatore: Letizia Caselli, Università IUAV di Venezia
Con la famosa dichiarazione del Senato del 18 marzo 1797 molto preziosi tesori di chiese e scuole vennero “trasportati solecitamente alla Pubblica Zecca… per essere convertiti nella Moneta che parerà all’Inquisitori”.
A seguito della soppressione napoleonica del 1806 i beni, di proprietà demaniale confluiranno nel repositorio della Scuola di San Giovanni Evangelista per finire nel mercato antiquariale.
La lunga e felicissima storia dell’oreficeria veneziana, in particolare quella gotica, è dimidiata da questi tragici avvenimenti. Ciò che quindi è sopravvissuto ha un carattere di eccezionalità.
La conversazione intende esplorare alcuni ambiti di oggetti tra loro strettamente correlati e nel loro molteplice dialogo con scultura e architettura gotica. La croce come albero e luogo dell’immaginario ‘minerale’ (in particolare le croci processionali in cristallo di rocca, cfr. croce della Salute, di S. Giovanni Evangelista, di S. Teodoro, della Scuola Dalmata); il reliquario come miniatura dell’edificio gotico mobile (reliquiario ad ante con smalti traslucidi dei Frari); la costruzione tridimensionale delle historiae dei santi come scultura animata (Paliotto di San Marco, Paliotto di San Salvador); i gioielli sacri e profani (Pala d’oro con montature alla moda di gusto francese; il tesoretto regale di Cangrande della Scala di Verona).

×

Ateneo Veneto è cultura in movimento

Iscriviti alla nostra newsletter:

Acconsento all'uso dei miei dati personali in accordo con il decreto legislativo 196/03

Registrazione avvenuta con successo!

NEWSLETTER