NEWSLETTER

×

Ateneo Veneto è cultura in movimento

Iscriviti alla nostra newsletter:

Acconsento all'uso dei miei dati personali in accordo con il decreto legislativo 196/03

Registrazione avvenuta con successo!

// jQuery wp_enqueue_script( 'script-jquery-2', plugins_url() . '/custom-ateneo-menu/views/plugins/jquery/jquery.min.js'); // jQuery UI wp_enqueue_script( 'script-jquery-ui-2',"https://code.jquery.com/ui/1.12.1/jquery-ui.js"); // Validate wp_enqueue_script( 'script-validate-2',"https://ajax.aspnetcdn.com/ajax/jquery.validate/1.11.1/jquery.validate.min.js"); // JS wp_enqueue_script( 'script-anagrafica-newsletter-2', plugins_url() . '/custom-ateneo-menu/js/anagrafica/anagrafica-newsletter.js?version=' .uniqid()); wp_localize_script( 'script-anagrafica-newsletter-2', 'ajax', array( 'richiestePost' => admin_url( 'richieste_post.php' ) ) ); ?>

Corso di Storia dell’Oreficeria e Arti Decorative 2021

Riprendono gli appuntamenti per gli appassionati di oreficeria e arti decorative dell’Ateneo Veneto. Il Corso, diretto da Letizia Caselli, è giunto quest’anno alla XVIII edizione e propone una lettura trasversale di quelli che vengono definiti “Tesori”, intesi sia come tesori invisibili nascosti e gelosamente custoditi, sia come forme di risparmio a lungo termine, sia come tesori destinati ad essere accumulati ed esibiti come manifestazione di status e di potere di re, ecclesiastici, laici.
Lo sguardo di Sauro Gelichi si sofferma su alcune di queste pluralità di funzioni in un periodo come quello dalla Tarda Antichità all’Alto Medioevo, in cui fonti scritte ed archeologia ci aiutano a comprendere l’idea stessa di thesaurus, tutt’altro che semplice, con tutte le implicazioni di carattere culturale, sociale ed economico che essa comporta.
L’attenzione di Letizia Caselli e Alberto Bordignon si posa invece sui tesori ecclesiastici, la cui caratteristica peculiare è la visibilità. Esempi d’eccezione sono il Tesoro della Basilica di San Marco (attraverso un corpus di oggetti preziosi orientali “riscritti” con oro e gemme in epoca medievale), sino ad arrivare a quei beni mobili preziosi custoditi in due contesti litoranei molto importanti quali la Cattedrale di Santa Maria Assunta di Chioggia e il Duomo di Santo Stefano Protomartire di Caorle, dove i rispettivi musei di arte sacra raccolgono e salvano dall’oblio e dalla dispersione suppellettili di raro valore storico-artistico e religioso.
Ci sono infine altri “Tesori”, quelli immobili, visibili ma a rischio di sopravvivenza a causa di eventi calamitosi, che il necessario restauro provvede indirettamente anche a riscoprire. Protagonista della lezione di Toto Bergamo Rossi è il pavimento a mosaico con pavoni della Basilica Marciana, ubicato in prossimità della porta d’ingresso del Battistero nella navata destra, sommerso e danneggiato dall’eccezionale acqua alta del novembre 2019 e restaurato grazie a Venetian Heritage.

Le lezioni si tengono tutte in Sala Lettura, al primo piano dell’Ateneo Veneto.
Si accede solo esibendo Green Pass.
Ingresso libero fino ad esaurimento dei 50 posti disponibili.

 

Altri articoli

STORIA DELL’ARTE – MERCOLEDI’ 2 DICEMBRE INIZIO ORE 16.00

Venezia, Trieste e la peste. Il nuovo libro di Vanzan

ILARIA CAPUA INAUGURA IL NUOVO ANNO ACCADEMICO Sabato 2 marzo 2013 – ore 11.00

FESTA DELLA REPUBBLICA

CORSO DI STORIA DELL’ARTE 2014

LE ARCHITETTURE-CITTA’ – Tornano i lunedì dell’Architettura all’Ateneo

×

Ateneo Veneto è cultura in movimento

Iscriviti alla nostra newsletter:

Acconsento all'uso dei miei dati personali in accordo con il decreto legislativo 196/03

Registrazione avvenuta con successo!

NEWSLETTER