NEWSLETTER

×

Ateneo Veneto è cultura in movimento

Iscriviti alla nostra newsletter:

Acconsento all'uso dei miei dati personali in accordo con il decreto legislativo 196/03

Registrazione avvenuta con successo!

// jQuery wp_enqueue_script( 'script-jquery-2', plugins_url() . '/custom-ateneo-menu/views/plugins/jquery/jquery.min.js'); // jQuery UI wp_enqueue_script( 'script-jquery-ui-2',"https://code.jquery.com/ui/1.12.1/jquery-ui.js"); // Validate wp_enqueue_script( 'script-validate-2',"https://ajax.aspnetcdn.com/ajax/jquery.validate/1.11.1/jquery.validate.min.js"); // JS wp_enqueue_script( 'script-anagrafica-newsletter-2', plugins_url() . '/custom-ateneo-menu/js/anagrafica/anagrafica-newsletter.js?version=' .uniqid()); wp_localize_script( 'script-anagrafica-newsletter-2', 'ajax', array( 'richiestePost' => admin_url( 'richieste_post.php' ) ) ); ?>

lunedì 20 Febbraio 2023 - 17:30

Aula Magna

Programma accademico

Gaspara Stampa – “Arsi, piansi, cantai”

Ateneo Veneto, Comune di Venezia, Vela spa
Carnevale di Venezia 2023

Arsi, piansi, cantai
Concerto per Gaspara Stampa nell’anniversario della nascita (1523-1554)

Saluto di Antonella Magaraggia, Presidente dell‘Ateneo Veneto
Introduce Linda Damiano, Presidente del Consiglio Comunale di Venezia
Margherita Stevanato voce narrante
Alberto Mesirca esegue alla chitarra musiche rinascimentali
e nuove musiche di Claudio Ambrosini
Con un testo originale di Luciano Menetto

Gaspara Stampa è stata innanzi tutto una delle voci originali della poesia del ‘500 e una figura di donna assolutamente particolare, che ha suscitato fin dai secoli scorsi un grande interesse. Poco importa che fosse davvero o meno una cortigiana, ciò che conta è sottolineare come Gaspara sia riuscita a rimanere in equilibrio in un mondo complesso come quello veneziano, che tra le tante libertà nascondeva rigide convenzioni. Così i suoi versi, pur rispettando le regole dettate da Petrarca, ci restituiscono una verità d’accenti immediata, che rende molto moderna una donna che usò l’amore come sorgente per dare alito al suo talento poetico. E tra passato e presente, intrecciati in un gioco di rimbalzi, sta anche questo concerto-spettacolo, dove i sonetti della poetessa vanno a costruire l’ossatura del monologo originale di un poeta contemporaneo, Luciano Menetto, che scrive a sua volta in antico veneziano.
Questa compresenza di elementi rinascimentali e contemporanei si ritrova anche sul piano musicale, che alterna musiche d’epoca con nuove composizioni di Claudio Ambrosini, costruite secondo la sua “Tecnica della Prospettiva”.
Sono musiche attuali ma che si ricollegano al Cinquecento, guardato con affetto ma anche con uno sguardo prospettico: cioè da qui, dall’oggi.
Un confronto stimolante tra quel linguaggio, e quelle tecniche, e le più recenti innovazioni.


Ingresso libero fino a esaurimento posti disponibili

×

Ateneo Veneto è cultura in movimento

Iscriviti alla nostra newsletter:

Acconsento all'uso dei miei dati personali in accordo con il decreto legislativo 196/03

Registrazione avvenuta con successo!

NEWSLETTER

ATENEO VENETO ONLUS

Sede legale
Campo San Fantin, 1897
30124 Venezia

info@ateneoveneto.org
TEL: 041 5224459

C.F. 80010450270
P.IVA 03885730279

Coordinate bancarie
Intesa Sanpaolo - Agenzia Venezia

IBAN
IT36J0306909606100000010138

BIC
BCITITMM

CODICE UNIVOCO
KRRH6B9

Segreteria:
Calle Minelli 1892
30124 Venezia

Orario segreteria:
da lunedì a giovedì
9:30/12:30 - 13:30/16:00

Biblioteca:
Calle della Verona 1897/b
30124 Venezia

Orario Biblioteca:
lunedì e venerdì: 9:45/14:00
mercoledì: 9:45/15:15

Su prenotazione inviando una mail a biblioteca@ateneoveneto.org oppure telefonando al numero
041 5224459

© 2024 Ateneo Veneto | Informativa Privacy | SM Servicematica