NEWSLETTER

×

Ateneo Veneto è cultura in movimento

Iscriviti alla nostra newsletter:

Acconsento all'uso dei miei dati personali in accordo con il decreto legislativo 196/03

Registrazione avvenuta con successo!

// jQuery wp_enqueue_script( 'script-jquery-2', plugins_url() . '/custom-ateneo-menu/views/plugins/jquery/jquery.min.js'); // jQuery UI wp_enqueue_script( 'script-jquery-ui-2',"https://code.jquery.com/ui/1.12.1/jquery-ui.js"); // Validate wp_enqueue_script( 'script-validate-2',"https://ajax.aspnetcdn.com/ajax/jquery.validate/1.11.1/jquery.validate.min.js"); // JS wp_enqueue_script( 'script-anagrafica-newsletter-2', plugins_url() . '/custom-ateneo-menu/js/anagrafica/anagrafica-newsletter.js?version=' .uniqid()); wp_localize_script( 'script-anagrafica-newsletter-2', 'ajax', array( 'richiestePost' => admin_url( 'richieste_post.php' ) ) ); ?>
art night 2023 balboni

ART NIGHT VENEZIA 2023 – Talking Blues

TALKING BLUES: come la musica libera dalle catene
Sabato 17 giugno 2023 – Aula Magna, ore 21.00

Sarà la musica a colorare la notte veneziana all’Ateneo Veneto per ART NIGHT VENEZIA 2023.
La manifestazione, giunta alla 12° edizione, è ideata e coordinata dall’Università Ca’ Foscari Venezia in collaborazione con il Comune di Venezia, con il patrocinio della Regione del Veneto. Ispirandosi al “tema libero” proposto dall’Università di Ca’ Foscari per questa edizione, Ateneo Veneto dedica la sua notte dell’arte alla “musica della libertà” per eccellenza, ovvero alla storia del blues.

Sarà l’incursore sonoro MATTIA BALBONI ad accompagnare il pubblico (Aula Magna, ore 21.00) in un viaggio musicale che racconta la storia del blues, che nasce dall’incontro tra la cultura africana e quella europea, incubato in secoli di schiavismo. Una musica che parlava di sopravvivenza, di amore, di spiriti, di Dio, di alcool e di donne, suonata da persone che non avevano altro che loro stesse. Le radici del blues vanno ricercate proprio nei canti delle comunità degli schiavi afroamericani nelle piantagioni degli Stati Uniti d’America: una melodia che è stata alla base del percorso di liberazione e del riscatto dalla schiavitù.

La lezione-concerto di Mattia Balboni, accompagnato dalla sua chitarra, racconta dunque la storia di una comunità ma anche di singole persone attraverso la loro musica: partendo dal Mali, passando dai canti nei campi per lavorare tutti in sincronia, alle canzoni per tener calmi i muli sull’argine del Mississippi, ai bluesman vagabondi e reietti, fino a quelli pronti a conquistare il mondo con la chitarra elettrica e le poderose sezioni di fiati, una musica che sfocerà nel Rhythm and Blues, nel Rock & roll, nel soul, nel r ‘n b.
Il successo del blues è stato talmente globale da influenzare fortemente, o addirittura far nascere, molti degli stili della musica moderna e diventando, a partire dagli anni 1960, uno dei fattori d’influenza dominanti nella musica pop del Novecento.

Mattia Balboni si definisce un “incursore sonoro”. Ha iniziato a suonare il pianoforte a 5 anni e la chitarra a 10, successivamente ha studiato altri strumenti da autodidatta e presso scuole. Ha partecipato a laboratori internazionali, interessandosi anche di elettronica e tecnica del suono. Dottore in Musicologia, fonico, chitarrista blues, rock ‘n roll, country, rock e funk, realizzatore di colonne sonore per spettacoli di teatro e danza contemporanea di esperienza ormai decennale (a volte improvvisate live con più strumenti, a volte realizzate nel suo studio di registrazione), collabora con cantautori, DJ e band nelle più svariate vesti. A ciò affianca varie attività di didattica musicale.

La conferenza-concerto è a ingresso  libero e gratuito fino a esaurimento dei posti disponibili.
Non è necessaria la prenotazione.

Altri articoli
Giustizia, Palazzo Ducale

DONNE E GIUSTIZIA – Un convegno all’Ateneo Veneto – 5 marzo 2024

Marco Polo

Nel segno di Marco Polo: Venezia 1324-2024

PIazza, Doge Morosini, Correr

Inizia il Corso di Storia Veneta 2024 – Voci e luoghi della città

auguri di natale 2023

FESTIVITA’ DI FINE ANNO 2023 – CHIUSURA DELLA SEDE

“UNA IDEA PER IL FUTURO” – UN PREMIO PER LE NUOVE GENERAZIONI

San Donato Murano

Corso di Storia dell’Arte 2023 – Venezia medievale: la scultura

Cinema pellicola bobina

PER UNA STORIA DEL CINEMA IN PILLOLE

libro antico e schermo pc

Il progetto di digitalizzazione dei libri antichi

×

Ateneo Veneto è cultura in movimento

Iscriviti alla nostra newsletter:

Acconsento all'uso dei miei dati personali in accordo con il decreto legislativo 196/03

Registrazione avvenuta con successo!

NEWSLETTER

ATENEO VENETO ONLUS

Sede legale
Campo San Fantin, 1897
30124 Venezia

info@ateneoveneto.org
TEL: 041 5224459

C.F. 80010450270
P.IVA 03885730279

Coordinate bancarie
Intesa Sanpaolo - Agenzia Venezia

IBAN
IT36J0306909606100000010138

BIC
BCITITMM

CODICE UNIVOCO
KRRH6B9

Segreteria:
Calle Minelli 1892
30124 Venezia

Orario segreteria:
da lunedì a giovedì
9:30/12:30 - 13:30/16:00

Biblioteca:
Calle della Verona 1897/b
30124 Venezia

Orario Biblioteca:
lunedì e venerdì: 9:45/14:00
mercoledì: 9:45/15:15

Su prenotazione inviando una mail a biblioteca@ateneoveneto.org oppure telefonando al numero
041 5224459

© 2024 Ateneo Veneto | Informativa Privacy | SM Servicematica