Ateneo Veneto

LE SCUOLE VENEZIANE E IL CINEMA

«IL CINEMA. GRAMMATICA E STORIA DI UN LINGUAGGIO»
Le scuole veneziane al cinema

Il regista e attore Sergio Rubini ha inaugurato – lunedì 18 febbraio all’Ateneo Veneto - il ciclo di incontri-lezioni che ha per titolo «Il cinema. Grammatica e storia di un linguaggio» ed è organizzato dal Liceo classico e europeo “Marco Foscarini” di Venezia in collaborazione con Ateneo Veneto, Sindacato Critici Cinematografici Italiani (SNCCI), e prevede il coinvolgimento della rete dei licei veneziani “Benedetti - Tommaseo” e “Marco Polo – Artistico”.
Si tratta di un progetto in due fasi realizzato secondo le finalità del Piano Nazionale Cinema per la Scuola promosso dal MIUR e dal MiBACT, che ha vinto il bando nazionale “Cinema per la Scuola – I progetti delle e per le scuole” e sarà finanziato dai due Ministeri.
Per la prima volta le studentesse e gli studenti dei licei veneziani entreranno in contatto diretto con il cinema come materia viva, in grado di essere, oltre che puro strumento di divertimento, anche mezzo espressivo ed educativo trasversale rispetto ai normali percorsi scolastici.
Obiettivo è quello di insegnare ai ragazzi, con un approccio non convenzionale, le forme essenziali del cinema, nel suo evolversi cronologico, puntando molto sulla proiezione di materiali per far sì che i giovani imparino a conoscere e riconoscere la grammatica del linguaggio audiovisivo e non ne siano solo fruitori passivi. La babele di immagini che bombardano quotidianamente i giovani ha portato a una sorta di analfabetismo cinematografico che il corso si prefigge di superare, dando agli studenti strumenti utili a capire il valore linguistico, stilistico ed estetico del cinema.
Fase 1
GRAMMATICHE DEL LINGUAGGIO CINEMA
I tredici incontri in cui si articola la prima fase del progetto, metteranno gli studenti a confronto diretto con prestigiosi professionisti del settore cinematografico che per l’occasione si trasformano in docenti: l’attore e regista Sergio Rubini; il direttore della Mostra del Cinema di Venezia Alberto Barbera; il pubblicitario Erminio Perocco, autore di alcune famose campagne per Lavazza, Mulino Bianco, San Pellegrino, Tim; il regista Claudio Cupellini, che ha diretto la serie tv Gomorra; il montatore cinematografico Roberto Perpignani, che ha lavorato con Bernardo Bertolucci, Nanni Moretti, i fratelli Taviani, Orson Welles. A questi si affiancheranno docenti universitari, critici cinematografici e storici del cinema: Marco Dalla Gassa, Adriano De Grandis, Roberto Ellero, Beatrice Fiorentino, Giuseppe Ghigi, Michele Gottardi, Carlo Montanaro, Roberto Pugliese.
Gli incontri-lezione si tengono all’Ateneo Veneto tra febbraio e maggio 2019, con cadenza settimanale.
L’articolato progetto scolastica, valido per l’Alternanza Scuola/Lavoro, è stato accolto subito con grande entusiasmo dagli studenti dei licei coinvolti nell’iniziativa, tanto che le adesioni sono state immediate e gli ottanta posti disponibili sono andati subito esauriti. Una risposta che ha dato grande soddisfazione anche al Presidente dell’Ateneo Veneto, Gianpaolo Scarante, entusiasta di offrire a tanti giovani studenti l’opportunità di entrare, magari per la prima volta, in un tempio della cultura cittadina come l’Ateneo Veneto, offrendo una attività educativa stimolante.
Oltre ai ragazzi, sono coinvolti naturalmente nel progetto anche i loro docenti e i tutor didattici che dovranno affiancare gli studenti nel percorso didattico una volta rientrati nelle rispettive istituzioni scolastiche.
Fase 2
SMONTARE/MONTARE UNA SEQUENZA
Per la seconda fase del progetto «Il cinema. Grammatica e storia di un linguaggio» spetterà agli istituti scolastici coinvolti selezionare un nucleo ristretto di studenti che accederanno alla parte laboratoriale del progetto.
Tra ottobre e dicembre si terranno nella sede del Liceo-Convitto Foscarini cinque lezioni tecnico-operative tenute da esperti del settore sull’uso di programmi ad hoc per smontare e rimontare una sequenza audiovisiva. Agli studenti sarà chiesto di produrre idee e immagini, di creare uno storyboard e sviluppare una storia che porti poi alla realizzazione effettiva di un corto. I prodotti realizzati dagli studenti diventeranno poi oggetto di reciproca discussione alla fine del corso e potranno anche essere presentati in festival e rassegne di settore.

Responsabile scientifico e ideatore del progetto «Il cinema. Grammatica e storia di un linguaggio» è il professor Giuseppe Ghigi, critico e saggista cinematografico, mentre la direzione didattica del corso è affidata al professor Michele Gottardi, docente e critico cinematografico del quotidiano “La Nuova Venezia”.