NEWSLETTER

×

Ateneo Veneto è cultura in movimento

Iscriviti alla nostra newsletter:

Acconsento all'uso dei miei dati personali in accordo con il decreto legislativo 196/03

Registrazione avvenuta con successo!

// jQuery wp_enqueue_script( 'script-jquery-2', plugins_url() . '/custom-ateneo-menu/views/plugins/jquery/jquery.min.js'); // jQuery UI wp_enqueue_script( 'script-jquery-ui-2',"https://code.jquery.com/ui/1.12.1/jquery-ui.js"); // Validate wp_enqueue_script( 'script-validate-2',"https://ajax.aspnetcdn.com/ajax/jquery.validate/1.11.1/jquery.validate.min.js"); // JS wp_enqueue_script( 'script-anagrafica-newsletter-2', plugins_url() . '/custom-ateneo-menu/js/anagrafica/anagrafica-newsletter.js?version=' .uniqid()); wp_localize_script( 'script-anagrafica-newsletter-2', 'ajax', array( 'richiestePost' => admin_url( 'richieste_post.php' ) ) ); ?>

martedì 14 Dicembre 17:30

Aula Magna

Programma accademico

Basi neuronali delle sensazioni estetiche ed emotive in musica

Ateneo Veneto, Accademia di Filosofia della Musica, Agimus, Fondazione Archivio Vittorio Cini
SINERGIE. Incontri di musica e filosofia
Basi neuronali delle sensazioni estetiche ed emotive in musica

Introduce: Letizia Michielon (Conservatorio “G. Tartini” di Trieste)
Relatrice: Alice Mado Proverbio (Università Bicocca di Milano)

Emma Brumat, pianoforte esegue le Sonate K 280 e K 330 di Wolfgang Amadeus Mozart

La neuroestetica è un approccio interdisciplinare che mira a comprendere le basi neurali dell’esperienza estetica da un punto di vista biologico e psicologico. I neuroscienziati hanno dimostrato come l’ascolto di diversi tipi di musica tonale e atonale possano modulare differentemente l’umore psicologico e le risposte fisiologiche associate alle emozioni indotte dalla musica. Verranno descritti studi sperimentali condotti su compositori, musicisti e ascoltatori ingenui, con tecniche comportamentali e di neuroimmagine, volti a comprendere se, oltre al gusto personale, alla cultura e alla competenza musicale, possano essere individuate nell’architettura di un brano alcune proprietà armoniche o melodiche intrinseche, capaci di interagire con le strutture neurobiologiche innate del cervello in modo predittivo e abbastanza universale.

Alice Mado Proverbio è autrice di Neuroscienze Cognitive della musica (Zanichelli, 2019). Laureata in Psicologia Sperimentale, e con un dottorato di ricerca in Psicologia generale, nel 1993 si trasferisce negli USA dove lavora per due anni al Center for Neuroscience dell’Università di California. Successivamente viene nominata ricercatrice presso l’Università di Trieste.
Dal 2001 è Professore di Psicobiologia presso l’Università di Milano-Bicocca. Autrice di 150 articoli scientifici internazionali su riviste biomediche, per un totale di 400 pubblicazioni, è autrice di 5 manuali universitari di psicofisiologia. Ha studiato organo e composizione al Conservatorio di Cagliari, più recentemente violino. Suona il violino nell’orchestra dell’Università di Milano-Bicocca.

×

Ateneo Veneto è cultura in movimento

Iscriviti alla nostra newsletter:

Acconsento all'uso dei miei dati personali in accordo con il decreto legislativo 196/03

Registrazione avvenuta con successo!

NEWSLETTER